Altro

A Pollone la Tari si pagherà nel 2016

A Pollone la Tari si pagherà nel 2016
Altro Grande Biella, 19 Luglio 2015 ore 09:24

POLLONE - Slitta al 2016 il pagamento della Tari, a Pollone.
La decisione è stata ufficializzata martedì sera, quando il consiglio comunale ha approvato il punto all'ordine del giorno che prevedeva la modifica delle scadenze del versamento della Tassa servizio rifiuti relativa all'anno 2015.
Per ora si risparmia. Inizialmente - spiega il sindaco, Vincenzo Ferraris - in via prudenziale, si era stabilito di fissare le scadenze delle due rate per il pagamento della Tari a settembre e a novembre di quest'anno. Poi, però, dal momento che il nostro Comune non ha problemi di cassa e la legge ci consente di farlo, purché prima dell'approvazione del consuntivo, cio di aprile 2016, abbiamo deciso di posticipare le scadenze all'anno prossimo. Le rate rimarranno sempre due, ma si pagheranno a gennaio e a marzo 2016. In questo modo i nostri cittadini potranno tenersi in tasca questi soldi ancora per qualche mese".
Oneri di urbanizzazione. Sempre nel corso del consiglio comunale dell'altra sera, è stata approvata la modifica del regolamento di applicazione dei contributi relativi agli oneri di urbanizzazione.
Se con il progetto "Abitare in Valle Elvo" è   stato deciso l'abbattimento della metà degli oneri di urbanizzazione per quei giovani (famiglie in via di formazione) che scelgono di ristrutturare vecchi edifici inseriti nei nuclei di antica formazione per ricavarne unità abitative fino a 90 metri quadrati, ora l'agevolazione viene estesa anche a quelle costruzioni (vecchie cascine o edifici, ben individuati dal piano regolatore) che non rientrano nel centro storico. "A patto, però - precisa il sindaco - che ricorrano gli stessi requisiti già previsti per il progetto "Abitare in Valle Elvo", e cioè che i beneficiari delle agevolazioni siano giovani (famiglie in via di formazione) e che dai vecchi edifici da ristrutturare si ricavino abitazioni di non più di 90 metri quadri".

POLLONE - Slitta al 2016 il pagamento della Tari, a Pollone.
La decisione è stata ufficializzata martedì sera, quando il consiglio comunale ha approvato il punto all'ordine del giorno che prevedeva la modifica delle scadenze del versamento della Tassa servizio rifiuti relativa all'anno 2015.
Per ora si risparmia. Inizialmente - spiega il sindaco, Vincenzo Ferraris - in via prudenziale, si era stabilito di fissare le scadenze delle due rate per il pagamento della Tari a settembre e a novembre di quest'anno. Poi, però, dal momento che il nostro Comune non ha problemi di cassa e la legge ci consente di farlo, purché prima dell'approvazione del consuntivo, cio di aprile 2016, abbiamo deciso di posticipare le scadenze all'anno prossimo. Le rate rimarranno sempre due, ma si pagheranno a gennaio e a marzo 2016. In questo modo i nostri cittadini potranno tenersi in tasca questi soldi ancora per qualche mese".
Oneri di urbanizzazione. Sempre nel corso del consiglio comunale dell'altra sera, è stata approvata la modifica del regolamento di applicazione dei contributi relativi agli oneri di urbanizzazione.
Se con il progetto "Abitare in Valle Elvo" è   stato deciso l'abbattimento della metà degli oneri di urbanizzazione per quei giovani (famiglie in via di formazione) che scelgono di ristrutturare vecchi edifici inseriti nei nuclei di antica formazione per ricavarne unità abitative fino a 90 metri quadrati, ora l'agevolazione viene estesa anche a quelle costruzioni (vecchie cascine o edifici, ben individuati dal piano regolatore) che non rientrano nel centro storico. "A patto, però - precisa il sindaco - che ricorrano gli stessi requisiti già previsti per il progetto "Abitare in Valle Elvo", e cioè che i beneficiari delle agevolazioni siano giovani (famiglie in via di formazione) e che dai vecchi edifici da ristrutturare si ricavino abitazioni di non più di 90 metri quadri".

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter