A Palazzo Oropa ora i conti tornano

A Palazzo Oropa ora i conti tornano
Altro 25 Maggio 2015 ore 16:34

BIELLA – Trovarsi ad aprile con un milione e mezzo in meno a  causa dei tagli dello Stato centrale potrebbe mandare in crisi qualsiasi amministrazione comunale. Non quella di Biella che, vantando un bilancio che negli anni è sempre stato solido, è riuscita, seppur con fatica, a far quadrare i conti attraverso alcune operazioni. A spiegare la situazione è l’assessore competente, Giorgio Gaido (nella foto). «Abbiamo apportato alcuni tagli di spesa – sottolinea – ma questo da solo non era sufficiente. Ci sono arrivati fondi aggiuntivi dai dividendi delle società partecipate e questo è stato un bel toccasana. Abbiamo però agito con decisione soprattutto sull’accertamento di quanto dobbiamo incassare. E i revisori ci hanno dato il via libera  per l’inserimento di due milioni di euro a bilancio. Frutto del lavoro degli uffici che in questi primi cinque mesi ne hanno già accertato un milione. Dovremmo dunque farcela ad arrivare alla cifra indicata». Confermati gli sconti sul costo dei pasti mensa e delle rette degli asili a partire da settembre. 

Il consiglio comunale si riunirà domani pomeriggio a Palazzo Oropa. Si partirà alle 15,30 con la discussione delle interrogazioni che vertono su parecchi temi di stretta attualità. In particolare su quelli legati all’utilizzo del vecchio ospedale come centro di accoglienza per migranti o per criminali psichici, ma anche la questione della diga in Valsessera, senza tralasciare la paventata chiusura di alcuni uffici postali in città. La discussione si protrarrà fino alle 17 quando i consiglieri si confronteranno sull’approvazione del bilancio consuntivo 2014 e sul piano di revisione delle società partecipate. A seguire le mozioni presentate dai consiglieri. I lavori termineranno alle 22.

Enzo Panelli

BIELLA – Trovarsi ad aprile con un milione e mezzo in meno a  causa dei tagli dello Stato centrale potrebbe mandare in crisi qualsiasi amministrazione comunale. Non quella di Biella che, vantando un bilancio che negli anni è sempre stato solido, è riuscita, seppur con fatica, a far quadrare i conti attraverso alcune operazioni. A spiegare la situazione è l’assessore competente, Giorgio Gaido (nella foto). «Abbiamo apportato alcuni tagli di spesa – sottolinea – ma questo da solo non era sufficiente. Ci sono arrivati fondi aggiuntivi dai dividendi delle società partecipate e questo è stato un bel toccasana. Abbiamo però agito con decisione soprattutto sull’accertamento di quanto dobbiamo incassare. E i revisori ci hanno dato il via libera  per l’inserimento di due milioni di euro a bilancio. Frutto del lavoro degli uffici che in questi primi cinque mesi ne hanno già accertato un milione. Dovremmo dunque farcela ad arrivare alla cifra indicata». Confermati gli sconti sul costo dei pasti mensa e delle rette degli asili a partire da settembre. 

Il consiglio comunale si riunirà domani pomeriggio a Palazzo Oropa. Si partirà alle 15,30 con la discussione delle interrogazioni che vertono su parecchi temi di stretta attualità. In particolare su quelli legati all’utilizzo del vecchio ospedale come centro di accoglienza per migranti o per criminali psichici, ma anche la questione della diga in Valsessera, senza tralasciare la paventata chiusura di alcuni uffici postali in città. La discussione si protrarrà fino alle 17 quando i consiglieri si confronteranno sull’approvazione del bilancio consuntivo 2014 e sul piano di revisione delle società partecipate. A seguire le mozioni presentate dai consiglieri. I lavori termineranno alle 22.

Enzo Panelli

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli