A Biella nasce il gruppo dei civatiani

A Biella nasce il gruppo dei civatiani
Altro 30 Giugno 2015 ore 03:23

E’ una maggioranza in continua evoluzione quella che siede tra i banchi di Palazzo Oropa. Dopo l’addio di Giuseppe Faraci al Pd, e il contestuale ingresso nel gruppo misto, ci sono novità anche all’interno del gruppo “Biella in Comune”, che alle scorse elezioni era in appoggio del sindaco Marco Cavicchioli. I due consiglieri Simone Rosso e Francesca Menegon hanno infatti deciso di aderire a “Possibile”, il nuovo gruppo creato a livello nazionale da Giuseppe Civati. A cui aderisce anche un altro biellese che sta facendo strada a livello nazionale: Paolo Cosseddu. Per ora il nome del gruppo rimarrà quello di “Biella in Comune”, anche se il nostro territorio si contraddistingue ancora una volta come un laboratorio decisamente fantasioso a livello politico. 

Tanto che anche Civati cita Biella come esempio sul suo blog (www.ciwati.it).  «Come spieghiamo su possibile.com - scrive Civati -, il fatto di dover scegliere un nome quando si registra un comitato permette di non usare solo toponimi, ma di far correre la fantasia, con risultati che possono rivelarsi interessanti. Per esempio, a Biella sta nascendo un comitato intitolato a Viktor Navorski, il personaggio interpretato da Tom Hanks in The Terminal. Nel film, Viktor è in volo verso gli Stati Uniti quando nel suo paese d'origine, l'immaginaria Krakozhia, avviene un colpo di stato. Quando Viktor, ignaro, atterra al JFK, la Krakozhia non esiste più – cancelled – e Viktor non ha più una nazionalità, documenti, diritti, identità. Bloccato all'aeroporto senza poter uscire, senza essere in grado di parlare una sola parola in inglese, Viktor non si perde d'animo e inizia a darsi da fare, a fare piccoli lavori, a farsi capire dalle persone che incontra nel terminal, e in poco tempo li conquista: conquista la loro fiducia, riconquista la sua identità e, alla fine, la sua libertà. Non so a voi, ma a me questa storia ricorda qualcosa: ed è anche un bell'augurio, a tutti noi». 

Enzo Panelli

E’ una maggioranza in continua evoluzione quella che siede tra i banchi di Palazzo Oropa. Dopo l’addio di Giuseppe Faraci al Pd, e il contestuale ingresso nel gruppo misto, ci sono novità anche all’interno del gruppo “Biella in Comune”, che alle scorse elezioni era in appoggio del sindaco Marco Cavicchioli. I due consiglieri Simone Rosso e Francesca Menegon hanno infatti deciso di aderire a “Possibile”, il nuovo gruppo creato a livello nazionale da Giuseppe Civati. A cui aderisce anche un altro biellese che sta facendo strada a livello nazionale: Paolo Cosseddu. Per ora il nome del gruppo rimarrà quello di “Biella in Comune”, anche se il nostro territorio si contraddistingue ancora una volta come un laboratorio decisamente fantasioso a livello politico. 

Tanto che anche Civati cita Biella come esempio sul suo blog (www.ciwati.it).  «Come spieghiamo su possibile.com - scrive Civati -, il fatto di dover scegliere un nome quando si registra un comitato permette di non usare solo toponimi, ma di far correre la fantasia, con risultati che possono rivelarsi interessanti. Per esempio, a Biella sta nascendo un comitato intitolato a Viktor Navorski, il personaggio interpretato da Tom Hanks in The Terminal. Nel film, Viktor è in volo verso gli Stati Uniti quando nel suo paese d'origine, l'immaginaria Krakozhia, avviene un colpo di stato. Quando Viktor, ignaro, atterra al JFK, la Krakozhia non esiste più – cancelled – e Viktor non ha più una nazionalità, documenti, diritti, identità. Bloccato all'aeroporto senza poter uscire, senza essere in grado di parlare una sola parola in inglese, Viktor non si perde d'animo e inizia a darsi da fare, a fare piccoli lavori, a farsi capire dalle persone che incontra nel terminal, e in poco tempo li conquista: conquista la loro fiducia, riconquista la sua identità e, alla fine, la sua libertà. Non so a voi, ma a me questa storia ricorda qualcosa: ed è anche un bell'augurio, a tutti noi». 

Enzo Panelli