scocca l'ora

Pneumatici invernali, è il momento di montarli

Rispetto agli «estivi» forniscono prestazioni superiori in aderenza, motricità e frenata nelle condizioni critiche, ossia strada bagnata o innevata

Pneumatici invernali, è il momento di montarli
06 Novembre 2020 ore 18:34

Pneumatici invernali, è il momento di montarli. Il 15 novembre è ormai dietro l’angolo. Sta per entrare in vigore il tradizionale obbligo di circolazione con pneumatici invernali o con catena a bordo, che rimarrà fino al prossimo 15 aprile. In vista dell’arrivo dell’inverno e del conseguente abbassamento delle temperature serve dunque attrezzare la propria vettura. Un fatto è certo. Gli pneumatici invernali consentono di muoversi in sicurezza per tutta la stagione fredda, senza ricorrere al montaggio di dispositivi supplementari di aderenza. Partiamo infatti da un presupposto molto importante: gli pneumatici invernali di ultima generazione, e in particolare quelli con anche il pittogramma alpino, forniscono prestazioni superiori in aderenza, motricità e frenata nelle condizioni critiche. E inoltre mantengono buone prestazioni anche su strada asciutta.

E’ il momento degli pneumatici invernali

A differenza degli pneumatici estivi, i quali presentano tasselli pieni, quelli invernali hanno generalmente lamelle utili per migliorare l’aderenza e allo stesso tempo «intrappolare» la neve. Per comparare le due tipologie e per comprendere il perché quelli invernali siano da preferire agli estivi durante la stagione fredda, è utile analizzare i dati forniti da Federpneus inerenti allo spazio di frenata. In condizioni di pioggia, di temperatura minore di 7° e ad una velocità di 90 km/h lo spazio di frenata si riduce fino al 15% in meno in favore degli pneumatici invernali. Il divario aumenta in condizioni di neve, temperatura vicina allo 0° e velocità di crociera di 40 km/h: in questo caso lo spazio di frenata si riduce addirittura fino al 50% in meno (va ricordato che gli spazi di frenata in questione fanno riferimento ad una vettura di media cilindrata dotata di ABS equipaggiata con pneumatici nuovi).

Le strade d’inverno

In generale è inutile negare che d’inverno le strade siano meno sicure che durante la stagione calda: spesso sono bagnate, brinate, ghiacciate o innevate. E di conseguenza il livello di aderenza degli pneumatici al fondo stradale diminuisce. Va anche fatto notare un importante cambio di denominazione avvenuto negli ultimi anni: il termine «pneumatici invernali» ha infatti sostituito «pneumatici da neve». Una scelta significativa, perché si intuisce che tali gomme non sono studiate esclusivamente per circolare quando il manto stradale è ricoperto di neve. Ma sono ideate per garantire migliori prestazioni in qualsiasi circostanza verificabile in inverno. Talvolta possono anche essere chiamati «termici». Per concludere una piccola curiosità che però potrebbe sgombrare il campo da qualche dubbio. Il Ministero raccomanda l’installazione su tutte le ruote di gomme invernali, al fine di conseguire condizioni uniformi di aderenza sul fondo stradale. Quattro è meglio che due…

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità