suggerimenti

Invecchiare bene? Il segreto è un’alimentazione sana

Deve essere il più varia possibile: occorre fare il pieno di fibre e di acqua, consumare con moderazione formaggi e dolci, eliminare i superalcolici

Invecchiare bene? Il segreto è un’alimentazione sana
02 Ottobre 2020 ore 17:09

Invecchiare bene? Il segreto è un’alimentazione sana. Il punto chiave è l’essere convinti di un presupposto basilare, ossia che l’invecchiamento non è una malattia. Diventare vecchi, nonostante ora sia considerato da molti «politicamente scorretto» pronunciare questa parola, è una condizione fisiologica della nostra esistenza di esseri umani. Si invecchia e non c’è nulla di strano, non c’è nessuna condizione allarmistica che possa turbarci il sonno: è semplicemente così, che lo si voglia o meno. Una volta preso atto della natura dell’invecchiamento si può cercare di affrontare questo inevitabile processo nel migliore dei modi. Significa cercare di vivere bene, essere un soggetto attivo, prendersi cura di se stessi e continuare ad essere una risorsa per la società.

Invecchiare bene mangiando sano

L’alimentazione è il pilastro fondante di uno stile di vita corretto: vale a tutte le età, ma specialmente per gli anziani, perché mangiare sano è determinante. I problemi più diffusi sono quelli legati al diabete e al colesterolo che impongono una dieta particolare. Se non si hanno particolari disturbi o criticità, il medico non fornirà indicazioni speciali: via libera dunque ad un’alimentazione il più varia possibile, assecondando ovviamente gusti e inclinazioni. Qualche suggerimento? Beh, per esempio potrebbe essere utile prevedere una volta al giorno un primo piatto a base di pasta o di riso. Ma anche alternare la carne con i legumi e con il pesce. E attenzione ai formaggi: sono sicuramente utili per il nostro corpo ma solo in piccole quantità, specialmente se si è sovrappeso.

Cosa sì e cosa no

Servirà anche fare il pieno di fibre, abbondando con frutta e verdura, così come usare il sale con moderazione. L’olio d’oliva e quello di semi sono da preferire al burro e alla panna, mentre i dolci vanno limitati, assunti ogni tanto e sempre con moderazione. Il caffè bevuto dopo i pasti può aiutare la digestione ma è da evitare in caso di insonnia. Importante bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, pura o in forma di brodo, spremuta, tè o succhi. Lasciamo perdere le bevande dolci e gasate, così come i superalcolici. Sì al vino, seppur in quantità moderata ed esclusivamente durante i pasti.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno