Come riconoscere un panettone di qualità?

Ecco una serie di caratteristiche che non devono mai mancare

Come riconoscere un panettone di qualità?
19 Dicembre 2019 ore 11:46

Come riconoscere un panettone di qualità? In tema di cibo&Natale impossibile non citare il panettone. Si tratta dell’alimento principe di questo periodo, vero e proprio must da consumare assolutamente. Una buona parte diventa anche regalo: sempre apprezzato, l’importante è che sia di ottima qualità. E allora come riconoscere un ottimo panettone? L’associazione Altroconsumo si è posta la domanda, fornendo delle indicazioni che potrebbero tornarci utili in fase d’acquisto. Da dove si comincia? Beh, per esempio il panettone deve presentare la forma a fungo, con la cupola che deborda dall’involucro di carta, la crosta deve essere ben compatta, di colore uniforme e non bruciacchiato.

Come riconoscere un panettone di qualità?

E poi ancora: al taglio deve risultare soffice, senza difetti evidenti (buchi nella pasta, fondo bruciacchiato). Inoltre gli alveoli, cioè i fori che si formano nell’impasto di un panettone, dicono molto sulla cura con cui è stato posto a lievitare. Devono essere grandi e soprattutto non omogenei (un’alveolatura più fine e compatta è invece più tipica del pandoro). Se il panettone è lievitato bene, sarà morbido e soffice. Altroconsumo prosegue interessandosi a canditi e uvetta: sono forse la caratteristica principale del panettone, più ce ne sono in superficie, più se ne troveranno anche nell’impasto. La loro distribuzione deve essere uniforme. I canditi devono essere di buona qualità (non piccoli e duri) e ci deve essere anche il cedro, più pregiato dell’arancia.

Fra aroma e gusto

Continuiamo con aroma e gusto: dovrebbero essere quelli caratteristici delle paste acide lievitate. Quando invece il sapore è alterato, spesso è dovuto all’eccessiva cottura che rende la parte esterna troppo amara, e alla scarsa qualità dell’uvetta, che può risultare a volte troppo acida. Infine il colore: il disciplinare del panettone prevede una quantità minima di tuorlo d’uovo del 4%. Ovviamente più tuorli si utilizzano, più intenso sarà il colore giallo della pasta. Un buon panettone si riconosce anche da questo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno