Menu
Cerca
Supporto all’export

Crédit Agricole Italia e Davines firmano primo contratto di finanziamento in Italia

L’operazione, siglata con garanzia SACE, prevede una riduzione del pricing sulla base di parametri legati alla CSR. I benefici economici finanzieranno a loro volta alcune iniziative all’interno di Crowdforlife, il portale di crowdfunding di CA Italia.

Crédit Agricole Italia e Davines firmano primo contratto di finanziamento in Italia
Glocal news 20 Gennaio 2021 ore 17:03

Crédit Agricole Italia e Davines scelgono di valorizzare la sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

Primo contratto di finanziamento in Italia

Su questi principi si basa il finanziamento di € 10 milioni, garantito da SACE nell’ambito dell’attività di supporto all’export e all’internazionalizzazione delle imprese italiane, erogato nei giorni scorsi da Crédit Agricole Italia a favore dell’azienda, che prevede una riduzione del pricing in base al rispetto di parametri comunicati nel bilancio di sostenibilità pubblicato annualmente.

Contestualmente, Davines si è impegnata a destinare il beneficio economico atteso ad alcune iniziative di Crowdforlife, la piattaforma di crowdfunding di Crédit Agricole Italia pensata per agevolare enti e associazioni no profit nella promozione dei loro progetti, contribuendo alla realizzazione degli stessi attraverso la raccolta di donazioni online su tutto il territorio nazionale. In poco piú di un anno di vita, CrowdForLife ha raggiunto oltre 2000 donatori, ospitando numerose raccolte fondi e proseguendo costantemente nella ricerca di nuovi progetti da raccontare e sostenere.

Crédit Agricole Italia e Davines firmano

Con questa iniziativa il Gruppo Crédit Agricole guidato dall’ad Giampiero Maioli (nella foto di copertina) e dal presidente Ariberto Fassati, leader mondiale nel campo dei Green e Social Bond nonché in prima linea da moltissimi anni sulle tematiche ESG, e Davines SpA, divenuta società benefit nel 2019 nonchè certificata B-Corp dal 2016, che ha assunto, tra gli altri, l’ambizioso impegno di raggiungere l’obiettivo di ‘net zero emissions’ (emissioni nette di Co2eq a zero) entro il 2030, hanno voluto sottolineare il ruolo centrale della sostenibilità nel proprio modello di business.

“L’accordo appena formalizzato coniuga un’operazione di finanziamento con elementi innovativi e conferma quanto per Crédit Agricole Italia la sostenibilità sia parte integrante di una strategia. Oltre alla centralità del cliente e all’eccellenza nella relazione, abbiamo adottato anche una politica rigorosa per la valutazione dei temi ambientali, sociali ed etici”, dichiara Olivier Guilhamon, Vice Direttore Generale Corporate di Crédit Agricole Italia.

“Siamo particolarmente orgogliosi di poter generare impatto positivo sul territorio, grazie all’operazione appena finalizzata con Crédit Agricole Italia, con cui condividiamo valori e approccio. Come B Corp e come stakeholder company, crediamo nel ruolo primario dell’impresa, fondamentale nella necessaria transizione a un nuovo modello di economia rigenerativa, che ‘restituisca’ al pianeta e alla comunità, generando valore economico e sociale a tutti i livelli” dichiara Davide Bollati, Presidente di Davines.