“Voglio i funerali della casa di riposo”

“Voglio i funerali della casa di riposo”
05 Marzo 2015 ore 12:45

Accusato di tentata estorsione per aver chiesto alla direttrice di una casa di riposo di ottenere una via preferenziale con i congiunti degli anziani che sarebbero deceduti nella struttura e delle relative esequie, il titolare di un’impresa funebre di Biella, Giacomo Proietti, 31 anni, di Mongrando, è stato rinviato a giudizio ieri mattina dal giudice dell’udienza preliminare, Claudio Ferrero, per il 20 gennaio del prossimo anno quando inizierà il processo.
La vicenda potrà chiarirsi solo nel corso del dibattimento, durante il quale l’imputato avrà la possibilità di dimostrare eventualmente la propria estraneità alle accuse che gli vengono contestate.
La casa di riposo è una delle più importanti della provincia, l’Oasi di Chiavazza.

L’ARTICOLO COMPLETO LO TROVATE SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA OGGI

Accusato di tentata estorsione per aver chiesto alla direttrice di una casa di riposo di ottenere una via preferenziale con i congiunti degli anziani che sarebbero deceduti nella struttura e delle relative esequie, il titolare di un’impresa funebre di Biella, Giacomo Proietti, 31 anni, di Mongrando, è stato rinviato a giudizio ieri mattina dal giudice dell’udienza preliminare, Claudio Ferrero, per il 20 gennaio del prossimo anno quando inizierà il processo.
La vicenda potrà chiarirsi solo nel corso del dibattimento, durante il quale l’imputato avrà la possibilità di dimostrare eventualmente la propria estraneità alle accuse che gli vengono contestate.
La casa di riposo è una delle più importanti della provincia, l’Oasi di Chiavazza.

L’ARTICOLO COMPLETO LO TROVATE SU ECO DI BIELLA IN EDICOLA OGGI

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità