Creava finti profili Facebook per perseguitare la ex: condannato

Torna all'articolo

Il luogotenente Tindaro Gullo (a sinistra) e il maresciallo Carlo Pavesi